Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Fiandre, spunti di storia e di scienza

Studenti in viaggio > Visite scientifiche

con visita di Technopolis a Malines

1° giorno
Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Bruxelles. Sosta lungo il percorso per il pranzo libero. Nel pomeriggio, proseguimento del viaggio. Arrivo in hotel in serata e sistemazione nelle camere riservate. Cena in ristorante. Pernottamento in hotel.

2° giorno
Dopo la prima colazione, trasferimento  in pullman a Bruges per la visita dell'affascinante città d'arte, una delle più tipicamente medioevali d'Europa: Markt, Burg, basilica di Heilig Bloed, Vrouwekerk chiesa gotica di Nostra Signora (contenente la Madonna con Bambino eseguita da Michelangelo), l'Ospedale Sint-Jan, Begijnhof, chiesa di Sint-Jacob, piazza Jan van Eyck. Pranzo libero. Rientro a Bruxelles e breve visita della capitale. Capitale del Belgio e sede dell'Unione Europea, Bruxelles è situata al crocevia fra Nord e Sud Europa. E' una città interessante, aperta, culturalmente ricca, cosmopolita, un intrigante mistero tutto da scoprire. Il tipico palazzo del Municipio, edificato in stile gotico quattrocentesco, si affaccia sulla splendida Grand'Place, piazza principale di Bruxelles e vero gioiello dell'architettura belga. In nessun altro luogo della città è possibile trovare, riuniti insieme, edifici così numerosi e così riccamente decorati come quelli che la circondano. Per questo la Grand'Place è il punto di partenza di una visita della città. Cena.  Pernottamento.

3° giorno
Dopo la prima colazione trasferimento a Malines.  E' una graziosa cittadina visitabile in poche ore, ma ricca di preziosi monumenti perché é pur sempre la terza città d'arte delle Fiandre. Di rilievo la Cattedrale di Sint Rombout e la sua magnifica torre, alta 97 metri e rimasta incompiuta. Una bella visione d'insieme si ha dal Grote Markt, centro della città e incrocio delle strade principali, sui cui si affaccia, tra gli altri, il bell'edificio dello Stadthuis, iniziato nel 1320. Haverwerf è la strada in cui passeggiare ammirando i caratteristici edifici antichi tra cui spiccano l'Het Paradijs (Paradiso) e la Casa dei Diavoli, due palazzi all'angolo del ponte sul fiume Dijle. Pranzo libero. Nel pomeriggio,  trasferimento a Technopolis e visita della città delle scienze fiamminga. Cena. Pernottamento in hotel.

4° giorno
Dopo la prima colazione, inizio del viaggio di ritorno. Soste lungo il percorso. Pranzo libero. Arrivo a scuola previsto entro le ore 20.

TECHNOPOLIS: IL REGNO DELL'INTERATTIVITA' E DELLA DIVULGAZIONE SCIENTIFICA

Technopolis è una vera e propria città delle scienze, sulla falsariga della Cité des Sciences parigina. Anche se più piccola, non è meno interessante. L'area è suddivisa in sette settori tematici dedicati a fenomeni naturali, principi fisici, elementi di chimica e biologia, il tutto presentato non in chiave teorica ma sempre con l'ausilio di apparecchiature interattive. Volete sperimentare come vedreste attraverso l'occhio di un insetto? Oppure come sentireste un amico che vi telefonasse dalla Luna? Che cosa cade più velocemente a terra: un chilo di piombo o uno di piume? Qual è il principio dell'illusione ottica? A Technopolis si dà risposta con il metodo sperimentale a centinaia e centinaia di curiosità e di domande di carattere scientifico. Per ciascuna c'è una manipolazione interattiva da attuare. E per i visitatori desiderosi di approfondire le proprie conoscenze sono disponibili molti computer collegati ad una rete centralizzata Infonet.

BRUGES E LA BORSA VALORI, ANVERSA E I DIAMANTI

Le  prime compravendite di titoli avvennero nel XV secolo nella città fiamminga di Bruges e, più precisamente, in un palazzo sulla cui facciata erano scolpite tre borse, lo stemma di famiglia dei Van De Bourse, da cui deriva il nome attuale "borsa". La prima borsa valori venne istituita nel 1531 ad Anversa, che oggi è diventata il più importante centro di commercio dei diamanti al mondo.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 250 A 300 EURO




Foto per gentile concessione del Turismo Fiandre

Torna ai contenuti | Torna al menu