Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Parco Tematico della Grande Guerra

Studenti in viaggio > Itinerari della Grande Guerra, 1915-18

1° giorno
Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Trieste. Arrivo e visita della città: Piazza dell'Unità d'Italia è il cuore di Trieste, dominata da bellissimi palazzi neoclassici sembra abbracciare il mare. L'atmosfera di fine Ottocento, un po' romantica e decadente, sembra essere rimasta intatta e ci riporta all'epoca degli eleganti caffè frequentati da personaggi di spicco della cultura mitteleuropea. In questi luoghi rivive lo spirito dell'epoca aurea di Trieste, città di confine. Sulla piazza si affacciano alcuni locali storici come il Caffè Tommaseo o il Caffè San Marco, un tempo veri e propri salotti letterari, dove si sedevano Svevo, Joyce, Saba e molti altri. Da notare il Palazzo del Municipio e sui due lati della piazza sorgono il Palazzo Modello e la Casa Stratti, che ospita il Caffè degli Specchi. Seguono il Palazzo del Governo, il Palazzo del Lloyd Triestino, l'Hotel Duchi d'Aosta ed infine il Palazzo Pitteri, simbolo del barocco triestino. Attorno a piazza dell'Unità si aprono altre piazze molto rappresentative: piazza Verdi, con l'imponente Teatro, dedicato al grande compositore, e piazza della Borsa, al centro della quale sorge la statua di Leopoldo I e su cui si affaccia il Palazzo della Borsa di Trieste, oggi sede della Camera di Commercio, centro finanziario della città che un tempo fu crocevia delle principali rotte dei commerci e degli affari, grazie a Carlo VI d'Asburgo che fece di Trieste un Porto Franco nel 1719.  Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


2° giorno
Dopo la prima colazione, trasferimento a Gorizia e visita del Museo della Grande Guerra. Il Museo della Grande Guerra di Gorizia ha sede nei sotterranei delle cinquecentesche case Dornberg e Tasso di Borgo Castello. Oltre alla ricchezza del materiale raccolto nelle nove sale a disposizione, questo museo permette anche di provare virtualmente l'esperienza della trincea con una sua ricostruzione a grandezza naturale accompagnata dai rumori assordanti della guerra. Nelle sale espositive vi è la possibilità di vedere oggetti, cimeli, divise dei soldati italiani ed austro-ungarici ritrovati in città e nelle zone circostanti oltre a diversi plastici che aiutano a capire quale fosse la situazione a Gorizia e sulle alture circostanti, in particolare sul Monte Calvario e sul Sabotino. In una sala, interamente dedicata al generale della vittoria Armando Diaz, sono esposti documenti, medaglie ed altri oggetti che fanno parte, insieme con l'archivio, del Fondo Diaz di proprietà dei Musei Provinciali di Gorizia. Pranzo libero. Rientro a Trieste passando per Redipuglia, il più grande Sacrario militare italiano, realizzato su progetto dell'architetto Giovanni Greppi e dello scultore Giannino Castiglioni e inaugurato nel 1938, raccoglie le salme di centomila caduti della Grande Guerra. L'opera si presenta come uno schieramento militare con alla base la tomba del Duca d'Aosta, comandante della III Armata, e ai lati quella dei suoi generali. Alle spalle si ergono 22 gradoni che contengono le salme dei caduti noti. Nell'ultimo gradone in due grandi tombe comuni ai lati della cappella votiva, riposano le salme di 60.000 Caduti Ignoti. Nella cappella e nelle due sale adiacenti sono custoditi oggetti personali dei soldati italiani e austro-ungheresi. Cena e pernottamento.


3° giorno
Dopo la prima colazione, partenza per il viaggio di rientro. Sosta per la visita guidata al Parco Tematico della Grande Guerra ubicato nelle vicinanze di Monfalcone. Il Parco Tematico della Grande Guerra è un museo all'aperto dedicato al primo conflitto mondiale. Gli itinerari del Parco Tematico si snodano per caverne e trincee italiane e austroungariche, contrapposte a pochi metri le une dalle altre, dove, oltre alle postazioni di guerra, ci sono messaggi di speranza e di pace, scritte ed incisioni lasciate dai combattenti. Passeggiando in questi luoghi sarà come camminare indietro nel tempo: ci si potrà immedesimare nei pensieri, nei sentimenti, nelle sensazioni di chi viveva in trincea. Il Parco Tematico della Grande Guerra è strutturato su tre ambiti tematici principali: Ambito 1 (Quota 121 "Cima di Pietrarossa"), Ambito 2 (Sella di Quota 85 "Enrico Toti" - Trincerone), Ambito 3 (trincea Joffre e grotta "Vergine"), segnalati da chiare indicazioni e collegati tra loro da una buona e sicura viabilità forestale. La visita dei tre ambiti tematici ha la durata di quattro ore. Ogni ambito tematico è contraddistinto da peculiarità che lo rendono complementare agli altri, permettendo così anche la visita separata e la scelta del percorso in funzione del tempo a disposizione. Pranzo libero e partenza per il viaggio di rientro con arrivo a scuola in serata.



QUOTA INDIVIDUALE: DA 100 A 150 EURO




 
Torna ai contenuti | Torna al menu