Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

La guerra nei Vosgi

Studenti in viaggio > Itinerari della Grande Guerra, 1915-18

Strasburgo e Colmar

1° giorno
Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Orbey. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo al Museo-Memoriale Le Linge. Il Museo sorge in prossimità di uno dei più sanguinosi campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale. Qui, fra il 20 luglio e il 15 ottobre 1915, i Tedeschi avevano organizzato la loro difesa, per arrestare l'avanzata delle truppe francesi verso Colmar. Nei violenti combattimenti che vi si svolsero persero la vita 17.000 soldati. Furono utilizzati anche granate a gas e lanciafiamme. Nel Memoriale si può scoprire come combattevano e  vivevano in trincea  i soldati delle due fazioni e si possono vedere numerosi oggetti ritrovati sul posto molti anni dopo la battaglia. Sono esposti armi, oggetti personali, munizioni e reliquie. Per completare la visita, si possono vedere anche i modelli plastici del campo di battaglia, montaggi video e fotografie. Al termine, trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


2° giorno
Dopo la prima colazione, trasferimento a Mutzig per visitare, accompagnati da una guida, il Forte Kaiser Wilhelm II, uno dei più vasti d’Europa durante la Prima Guerra Mondiale. Colpisce per le sue dotazioni: sono presenti infatti un ospedale, delle centrali elettriche, delle camerate, delle cucine e perfino un panificio. Si tratta di una fortificazione che comprende due forti, nove postazioni di artiglieria, sedici ripari per il combattimento per la fanteria, sei batterie corazzate e sedici trincee. Il complesso copre più di 250 ettari ed è dotato di 22 torrette corazzate. Si trova in un ottimo stato di conservazione e il museo ne arricchisce la visita. Pranzo libero. Nel pomeriggio, trasferimento a Strasburgo e visita del centro storico (Cattedrale gotica di Notre Dame, Maison Kammerzell - splendido edificio costruito nel 1427 secondo i canoni tipici del Rinascimento Tedesco -  il quartiere della Petite France con le sue tipiche case a graticcio). Rientro in hotel. Cena e pernottamento.


3° giorno
Dopo la prima colazione, visita di Colmar. Con i suoi edifici medievali e rinascimentali, affacciati sulle strade acciottolate, Colmar rappresenta la tipica città alsaziana. A livello urbanistico conserva la divisione in piccoli quartieri, ognuno dei quali in passato era legato ad una specifica corporazione. Lungo le caratteristiche vie del centro storico si trovano antiche case in legno e pietra dalle facciate riccamente decorate. Tra tutte, la più rappresentativa è la Maison Pfister. Place de la Cathédrale, la piazza principale della città, è dominata dalla gotica chiesa di Saint Martin. Pranzo libero. Al termine, partenza per il viaggio di rientro con arrivo a scuola in serata.



IL FRONTE DEI VOSGI

Il Fronte dei Vosgi forma una zona montagnosa compresa tra il Donon e il Grand Ballon a sud. La vecchia frontiera del Reich e della Francia dal 1871 al 1918, oggi situata in Alsazia e Lorena, è l’unico settore del Fronte Occidentale della Grande Guerra coinvolta nei combattimenti in montagna. Il massiccio dei Vosgi conta numerosi campi di battaglia che gli conferiscono una dimensione di “museo a cielo aperto”.



QUOTA INDIVIDUALE: DA 100 A 150 EURO




 
Torna ai contenuti | Torna al menu