Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Svizzera dei grandi musei

Studenti in viaggio > Città d'Europa

Berna, Basilea, Zurigo, Winterthur

1° giorno

Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Berna. Arrivo ed inizio della visita della città che incarna tutti i principali luoghi comuni sulla Svizzera. È antica, pittoresca, tranquilla e ordinata. Il centro storico, raccolto sullo sperone roccioso disegnato dall'ansa dell'Aar, è uno degli spettacoli più belli di tutta la Svizzera. Dal punto di vista dell'arte moderna e contemporanea Berna riserva parecchio e ancora di più riserverà in futuro. A parte qualche buona galleria privata, sono i musei a concentrare l'interesse. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita al Kunstmuseum, che è per importanza il terzo museo di tutta la Svizzera. Nel Kunstmuseum, aperto nel 1879, sono esposte opere di grandi autori dell'800 e '900 europeo. La raccolta di opere di Paul Klee, un tempo punto di forza del museo, è stata trasferita nel nuovo Centro Paul Klee. Altro obiettivo interessante è la Kunsthalle, uno dei più prestigiosi centri espositivi d'Europa. Al termine della centralissima Marktgasse si prende a destra fino al Kirchenfeldbrücke, che supera il fiume con una vertiginosa campata. Attraversato il fiume, la Kunsthalle è immediatamente sulla sinistra. Al termine, sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.


2° giorno

Dopo la prima colazione, trasferimento in pullman a Basilea: è una città situata in posizione strategica, al confine con Francia e Germania. La parte principale si trova in territorio helvetico, mentre i due lembi a Nord-Ovest e Nord-Est si trovano rispettivamente in Francia e Germania. La città è raccolta attorno alla grande curva del Reno, che proviene da Est e proprio in quel punto piega verso Nord. La sponda sinistra forma una sorta di muraglia, sulla quale sorge la città vecchia. Qui domina, pittoresco, il bellissimo Duomo gotico. Pranzo libero. Nel pomeriggio, la visita comincia dai due musei principali: il Kunstmuseum, grande museo di arte antica e arte moderna, e il Museum für Gegenwartskunst, eccezionale museo d'arte contemporanea. Il primo può essere considerato il più importante museo d'arte svizzero, ma dal punto di vista dell'arte moderna è addirittura uno dei primi al mondo. Sono tanti coloro che rimangono a bocca aperta di fronte ai Picasso, ai Braque, ai Léger. Il secondo rappresenta il prolungamento del Kunstmuseum e si occupa della produzione artistica internazionale dalla fine degli anni Sessanta ad oggi. La sede è costituita da due edifici, separati da un torrentello e collegati tra loro da una passerella vetrata. Il primo è un vecchio magazzino ristrutturato, il secondo un edificio completamente nuovo. Al termine, sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

3° giorno

Prima colazione in hotel. Giornata dedicata alla visita della città. Si percorre lo  Aescherngraben e in pochi minuti ci si trova nella Aeschernplatz, una delle piazze più animate di Basilea. La fontana di Tinguely è molto caratteristica, con sculture di ferro che effettuano giochi d'acqua.Si prosegue poi per la Marktplatz, con il palazzo del Rathaus, caratteristico per il suo colore porpora e per il mercato che si effettua nella piazza antistante. Pranzo libero. Nel pomeriggio, proseguimento della visita: Mittlere Brücke, un ponte dove sventolano varie bandiere del mondo.Attraversato il ponte ci troviamo in Greifeng, arteria commerciale che porta a Claraplatz, un’altra piazza molto animata. Cena e pernottamento.


4° giorno

Dopo la prima colazione, trasferimento a Zurigo e inizio della visita della città a cominciare dal pittoresco centro storico, il nuovo quartiere trendy di Zurigo ovest e il fantastico lago. Da segnalare le interessanti esposizioni artistiche in più di 50 musei e 100 gallerie. La Bahnhofstrasse e il Limmatquai sono le vie degli acquisti per antonomasia. Pranzo libero. Nel pomeriggio, escursione a Winterthur, a suo tempo città prettamente industriale, si è evoluta a crogiolo etnico e culturale. Anche Winterthur è un'importante città di musei (ne conta ben 16) e offre una vasta scelta di attività culturali e sportive, nonché d'intrattenimenti. Al termine, rientro a Zurigo e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

5° giorno

Dopo la prima colazione, escursione a Rapperswil, sul lago di Zurigo. Il castello che domina la città e il lago sono il simbolo della cittadina. Dalla collina sulla quale sorge il castello si ha una magnifica veduta panoramica, dalle Alpi glaronesi fino all’Oberland zurighese. A Rapperswil, la vecchia città medievale, con numerose chiese e cappelle come pure un convento, testimoniano il tempo passato. Pranzo libero. Nel pomeriggio, inizio del viaggio di ritorno con arrivo alla scuola previsto in serata.

Winterthur, la città svizzera per chi ama i musei

Molti e interessanti sono i musei presenti a Winterthur. Il Fotozentrum, insieme al rinomato Fotomuseum e alla Fotostiftung Schweiz (Fondazione Svizzera per la Fotografia), offre una rassegna storica e contemporanea sulla fotografia svizzera e internazionale. Al Technorama, unico science center della Svizzera, si apre un mondo stupefacente dove il visitatore può toccare, capire e giocare. Winterthur vanta inoltre una raffinata raccolta di orologi e un gabinetto numismatico, i cui tesori non appassionano solamente gli specialisti. La natura è il tema dominante del Naturmuseum e per conoscere il mondo dell’artigianato, della produzione industriale e del design bisogna andare al Gewerbemuseum.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 250 A 300 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu