Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

La valle delle mele

Studenti in viaggio > Agricoltura, industria, artigianato

1° giorno
Ritrovo davanti alla scuola e trasferimento in pullman granturismo ad Avio per visitare l’omonimo castello. Si tratta di un grande complesso eretto in collina assecondando il susseguirsi delle balze con la poderosa cinta muraria, cinque torri, il palazzo baronale e un imponente mastio. Nella casa delle guardie è custodito uno straordinario ciclo di affreschi del XIV secolo con scene di guerra, mentre in una stanza del mastio vi sono affreschi di pittura profana databili tra il 1330 e il 1333. Tra le mura del castello hanno alloggiato anche gli imperatori Carlo V e Massimiliano d'Asburgo. Il castello è stato donato nel 1977 dalla contessa Emanuela di Castelbarco al Fondo Ambiente Italiano, che lo gestisce e ne cura la manutenzione. Pranzo libero. Proseguimento per la Valle di Non e sistemazione in albergo. Cena e pernottamento.

2° giorno
Dopo la prima colazione, visita guidata ad uno stabilimento del Consorzio Melinda, il famoso marchio delle mele della Valle di Non.   Nello stabilimento, che occupa un’area di circa 50.000 metri quadrati, vengono portate dai soci produttori oltre 40.000 tonnellate di mele Melinda all’anno e nel reparto confezionamento vengono lavorate circa 300 tonnellate di mele al giorno. Il percorso della visita si svolge lungo il perimetro della sala di confezionamento, consentendo di assistere alle sue varie fasi. Rientro in albergo per il pranzo. Nel pomeriggio, visita ad un meleto con la guida di un esperto che illustra tutte le caratteristiche della coltura del melo. Proseguimento con la visita di un’azienda specializzata in prodotti biologici (succhi, frullati, sidro e aceto)  tratti  dalle mele. Rientro in albergo per la cena e il pernottamento.

3° giorno

Dopo la prima colazione, mattinata al Sorespark, una grande parco avventura sull’altopiano della Predaia in Val di Non, per divertirsi con percorsi acrobatici sugli alberi senza correre pericoli. In alternativa, trekking lungo i sentieri dell’altopiano con l’assistenza di esperti del Club Alpino Italiano. Al termine, viaggio di ritorno, con arrivo previsto in serata.

UN PARCO AVVENTURA TRA LARICI E ABETI
Il Sorespark sorge in un bosco di abeti e larici centenari a 1.200 metri d’altitudine. E' un parco avventura composto da nove percorsi, differenziati in base alla difficoltà, e due campi per fare un po’ di pratica per uno sviluppo totale di quasi un chilometro e mezzo. I passaggi aerei che caratterizzano i percorsi collegano più di novanta pedane ancorate ai fusti degli alberi a varie altezze, il tutto nel pieno rispetto di rigide norme di sicurezza.



QUOTA INDIVIDUALE: DA 50 A 100 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu