Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Letteratura mitteleuropea da Duino a Trieste

Studenti in viaggio > Itinerari storico-letterari

Svevo, Joyce, Kafka, Saba, Rainer Maria Rilke

1° giorno
Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Duino. Pranzo libero. Nel pomeriggio, visita del Castello di Duino, dimora storica dei principi Thurn und Taxis che sorge su uno sperone roccioso a precipizio sul mare, con una meravigliosa veduta del golfo di Trieste. I personaggi illustri che hanno abitato, in soggiorni più o meno lunghi, nelle stanze del castello sono tantissimi, anche grazie all'interesse da sempre dimostrato dai principi nei confronti della cultura. Citiamo tra gli altri: Johann Strauss, Franz Liszt, Mark Twain, Paul Valéry, Gabriele D'Annunzio, Hugo von Hofmannsthal, Rainer Maria Rilke, che qui nel 1912 iniziò la composizione  delle sue famose "Elegie", e più di recente il commediografo Eugène Ionesco e il filosofo Karl Popper. Al termine, trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° giorno

Prima colazione in hotel. Trasferimento in pullman a Trieste per la visita della città seguendo un itinerario prevalentemente letterario. Pranzo libero. La visita inizia ovviamente da Piazza dell'Unità d'Italia, il cuore di Trieste, dominata da bellissimi palazzi neoclassici sembra abbracciare il mare. L'atmosfera di fine Ottocento, un po' romantica e decadente, qui sembra essere rimasta intatta, e ci riporta all'epoca degli eleganti caffè frequentati da personaggi di spicco della cultura mitteleuropea. In questi luoghi rivive lo spirito dell'epoca d’oro di Trieste. Sulla piazza si affacciano alcuni locali storici come il  Caffè Tommaseo o il Caffè San Marco, un tempo veri e propri salotti letterari frequentati dagli scrittori Svevo, Joyce, Saba e molti altri. Da notare il Palazzo del Municipio, realizzato dall'architetto Bruni in stile eclettico. Sui due lati della piazza sorgono, invece, il Palazzo Modello, anch'esso opera di Bruni, e la Casa Stratti che ospita il Caffè degli Specchi. Seguono il Palazzo del Governo, il Palazzo del Lloyd Triestino, l'Hotel Duchi d'Aosta ed infine il Palazzo Pitteri, simbolo del barocco triestino, davanti al quale si può ammirare la Fontana realizzata dal Mazzoleni. Attorno a piazza dell'Unità si aprono altre piazze molto rappresentative: piazza Verdi, con l'imponente Teatro, dedicato al grande compositore, e piazza della Borsa al centro della quale si distingue la statua di Leopoldo I e su cui si affaccia il Palazzo della Borsa di Trieste, oggi sede della Camera di Commercio. Centro finanziario della città che un tempo fu crocevia delle principali rotte dei commerci e degli affari, grazie all'incentivo offerto da Carlo VI d'Asburgo che fece di Trieste un Porto Franco nel 1719. Al termine, rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

3° giorno
Dopo la prima colazione, trasferimento a Miramare per la visita all’omonimo Castello dell’arciduca Massimiliano d’Austria, che si erge all’estremità di un promontorio ed è circondato da un magnifico parco ricco di essenze rare. Il Castello è attualmente adibito a Museo Storico. Stanze e saloni con il loro patrimonio di mobili, dipinti, porcellane, avori, ecc., costituiscono uno dei più significativi esempi di residenza principesca della seconda metà dell’800. Pranzo libero. Nel pomeriggio, inizio del viaggio di ritorno con arrivo alla scuola previsto in serata.


IL CASTELLO DI DUINO

Le origini del castello risalgono all'epoca romana e i resti della primigenia torre sono ancora oggi visibili. Il primo vero castello, di cui oggi rimangono soltanto pochi resti, sorgeva però sul promontorio adiacente a quello dove è ubicato l'attuale. Il nuovo castello venne edificato nel XV secolo ma, a causa dei gravi danni subiti durante il primo conflitto mondiale, l'edificio è stato sottoposto a radicali interventi di ristrutturazione che ne hanno modificato l’aspetto, peraltro rispecchiante ancora in buona parte quello originale. La visita del maniero si snoda lungo stanze, terrazze e saloni ricchi di pregiate opere d'arte e straordinari richiami storici e culturali. Dal grande parco, pieno di statue e reperti archeologici, si accede anche al bunker costruito durante la seconda guerra mondiale nella roccia a picco sul mare, ora trasformato in un suggestivo piccolo museo con cimeli d'epoca esposti in una grande sala scavata a 18 metri di profondità.


IL SENTIERO RILKE E IL COLLEGIO DEL MONDO UNITO
Una della passeggiate più suggestive che consentono di ammirare il golfo di Trieste è sicuramente quella, a picco sul mare, che collega Sistiana a Duino e prende il nome dal famoso poeta autore delle “Elegie Duinesi”. Il sentiero inizia a Sistiana e costeggia la ripida scogliera passando prima alle spalle del campeggio di Sistiana Mare per inoltrarsi poi tra bosco e montagna. Durante il percorso si incontrano postazioni belliche affacciate sul mare. Continuando la passeggiata fino alla fine si giunge al Collegio del Mondo Unito, una scuola indipendente, facente parte dei Collegi del Mondo Unito (United World Colleges), un movimento internazionale che riunisce studenti di tutto il mondo, selezionati unicamente sulla base del merito, con lo scopo di promuovere la pace a la cooperazione internazionale.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 100 A 150 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu