Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Memorie letterarie a Trieste

Studenti in viaggio > Itinerari storico-letterari

1° giorno

Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Trieste. Pranzo. Nel pomeriggio, inizia un itinerario alla scoperta della Trieste dei letterati del Novecento. Partendo dal cuore della città, Piazza dell’Unità d’Italia, e imboccando via dello Squero e poi via della Pescheria, si giunge alla città vecchia tanto amata da Umberto Saba e James Joyce. In piazza Hortis vi è il Museo Sveviano, che conserva le opere dello scrittore Italo Svevo e una biblioteca privata, recente lascito della figlia. In via Riborgo si trovava la casa dove nacque Umberto Saba e camminando lungo corso Italia ci si deve ricordare che proprio qui passeggiava di sera Svevo e passava di giorno per raggiungere l’ufficio in cui lavorò per molti anni. Poco distante, in via Santa Caterina al n. 1, Joyce visse con la sua famiglia. Sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cene a pernottamento.


2° giorno

Prima colazione in hotel. Si riprende il filo della memoria dei grandi scrittori che qui vissero in via dell’Acquedotto, dove all’attuale n. 16 , nel 1894, nacque Ettore Schmitz, più noto come Italo Svevo. In via Battisti vi è l’Antico Caffè San Marco, luogo d’incontro di letterati e in via San Nicolò, al n. 30, sorge la Libreria Antiquaria che fu gestita da Saba e al civico 32 la sede storica della Berlitz School, dove Joyce lavorò per molti anni come insegnante d’inglese. Pranzo. Un altro caffè storico triestino è il Caffè Tommaseo, ricordato da Saba con il nome di “Caffè dei Negozianti”. In piazza Verdi si affaccia il palazzo Tergesteo, nel quale era ospitata la Banca Union dove Svevo lavorò per molti anni. Al termine, rientro in hotel. Cena e  pernottamento.


3° giorno

Dopo la prima colazione, trasferimento a Miramare per la visita all’omonimo Castello, che si erge all’estremità di un promontorio ed è circondato da un magnifico parco ricco di essenze rare. Il Castello è attualmente adibito a Museo Storico. Stanze e saloni con il loro patrimonio di mobili, dipinti, porcellane, avori, ecc., costituiscono uno dei più significativi esempi di residenza principesca della seconda metà dell’800. Pranzo libero. Nel pomeriggio, inizio del viaggio di ritorno con arrivo alla scuola previsto in serata.

ITALO SVEVO

Hector Schmitz, più noto come Italo Svevo, nacque a Trieste nel 1861 da una famiglia benestante. Nel 1880, dopo il fallimento dell'azienda paterna, si impiegò in banca, iniziando la collaborazione con l'«Indipendente», e nel 1892 pubblicò senza grande successo il suo primo romanzo, ”Una vita”,  seguito, nel 1898, da “Senilità”.  Nel 1907 conobbe lo scrittore irlandese James Joyce che insegnava alla Berlitz School di Trieste e ne divenne allievo per motivi di lavoro. Joyce lo incoraggiò a scrivere un nuovo romanzo. Ma solo nel 1923 Svevo pubblicò il suo capolavoro: “La coscienza di  Zeno”.

UMBERTO SABA

Umberto Saba, pseudonimo di Umberto Poli, nacque a Trieste nel 1883. Crebbe tra conflitti familiari ed una infanzia segnata dalla malinconia e dalla lontananza dal padre. Nel 1903, si trasferì a Pisa per frequentare l’università, ma già l’anno seguente decise di ritornare a Trieste e poi a Firenze.
Nel 1911 pubblicò, con lo pseudonimo di Saba, il suo primo libro, "Poesie", e nel 1922 il  "Canzoniere (1900-1921)".

JAMES JOYCE

James Augustine Aloysius Joyce nacque a Dublino nel 1882, in una famiglia profondamente cattolica. Nel 1898 Joyce si iscrisse all’University College di Dublino dove studiò lingue moderne, in particolare inglese, francese e italiano. Pur in maniera non continuativa, Joyce rimase a Trieste dal 1905, quando ottenne un posto di lavoro alla Berlitz School, sino al 1920, quando si trasferì a Parigi, dove rimase per vent’anni. Joyce fu un assiduo frequentatore degli ambienti culturali triestini e divenne ospite fisso del Caffè San Marco, allora ritrovo degli intellettuali della città, dove talvolta si recò anche a lavorare sulle sue opere.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 100 A 150 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu