Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Parco del Gran Paradiso e Aosta

Studenti in viaggio > Alla riscoperta della natura

Trekking

1° giorno

Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e trasferimento in pullman granturismo ad Aosta. Visita libera della città: un angolo dell'antica Roma tra le Alpi, il più importante esempio di architettura romana nel nord Italia. Le sue vestigia risalgono all'epoca di Augusta Praetoria, la colonia romana che ha lasciato in eredità alla città anche l'impianto urbanistico ortogonale, ben visibile nel centro storico. Ma Aosta ospita anche importanti resti medievali, chiese e dimore dei signori feudali che per secoli si sono contesi il dominio della valle. La massima concentrazione si trova all'interno delle antiche mura romane, che cingono gran parte del centro storico, senza dimenticare le zone ad est e a ovest dove sono stati rinvenuti anche recentemente importanti insediamenti. Pranzo libero. Nel pomeriggio, proseguimento della visita. Al termine, rientro in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena. Pernottamento.

2° giorno
Dopo la prima colazione, partenza da Aosta e trasferimento a Valnontey per la visita guidata del Parco del Gran Paradiso. Nel 1920 il re Vittorio Emanuele III donò allo Stato italiano 2.100 ettari della sua riserva di caccia affinché diventasse un parco nazionale. Due anni dopo, veniva istituito il Parco Nazionale del Gran Paradiso, il primo parco nazionale italiano.  Il Parco Nazionale del Gran Paradiso costituisce un'area caratterizzata da un ambiente di tipo prevalentemente alpino. Nei boschi dei fondovalle gli alberi più frequenti sono i larici, misti agli abeti rossi, ai pini cembri e più raramente all'abete bianco. Man mano che si sale lungo i versanti gli alberi lasciano lo spazio ai vasti pascoli alpini, ricchi di fiori nella tarda primavera e ancora più su sono le rocce e i ghiacciai che caratterizzano il paesaggio. Pranzo con cestino. Nel tardo pomeriggio, rientro in sede  con arrivo in serata.

La Valnontey è una valle secondaria della Val di Cogne attraversata dal torrente omonimo. Al culmine della valle si aprono alcune delle più importanti vette del massiccio del Gran Paradiso, sulle quali sorgono il rifugio Vittorio Sella e numerosi bivacchi (Lionello Leonessa, Carlo Pol, Marcello Gérard-Ettore Grappein, Borghi, Alessandro Martinotti e il  bivacco del Money.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 50 A 100 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu