Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Provenza e Camargue

Studenti in viaggio > Viaggi regionali

Avignone, Arles, Nîmes, Pont du Gard, Les-Saintes-Maries-de-la-Mer, Aix-en-Provence

1° giorno
Ritrovo dei partecipanti davanti alla Scuola e partenza in pullman granturismo per Grasse. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo e visita dell’Industria Profumiera Galimard. Proseguimento per Nîmes e sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena in ristorante convenzionato. Pernottamento.

2° giorno
Dopo la prima colazione, visita libera della città: les Arènes, l’anfiteatro romano a forma di perfetta ellisse, Maison Carrée, il tempio romano dalle proporzioni armoniose e la Cattedrale. Proseguimento per il Pont du Gard, il maestoso acquedotto romano lungo 275 metri, eretto per ordine di Agrippa. Pranzo libero. Proseguimento per Avignone. Arrivo e visita della città, circondata da mura trecentesche, sede della corte pontificia nel XIV secolo sotto il pontificato di tre papi. Eventuale visita guidata del Palazzo dei Papi. Al termine, ritorno a Nimes per la cena e il pernottamento.

3° giorno
Dopo la prima colazione, trasferimento in Camargue e visita di Les Saintes Maries de la Mer, pittoresco villaggio marinaro. Eventuale gita in battello nel Parco Regionale della Camargue. Pranzo libero. Proseguimento per Arles e breve visita libera della città. Arles è città d’arte e ricca di storia. La visita inizia dal Teatro Antico, che misura 102 metri di diametro e la sua cavea di gradini si estende sino a raggiungere la Torre di Roland. Si prosegue con l’Anfiteatro Romano, che può contenere circa 12.000 persone (attualmente viene utilizzato per l’organizzazione di corride, spettacoli vari e concerti). Al termine, ritorno a Nimes per la cena e il pernottamento.

4° giorno
Dopo la prima colazione, trasferimento a Aix-en-Provence e visita libera della città, cominciando dal Corso Mirabeau e dalle chiese di St-Jean-de-Malte, gotica, e di Ste-Marie-Madeleine barocca, per proseguire con il Museo Granet e con la Cattedrale St-Sauveur, dei secoli XIII e XIV, in cui é conservato un celebre trittico quattrocentesco di Nicolas Froment. Pranzo libero. Al termine, continuazione del viaggio di ritorno con arrivo alla scuola previsto entro le ore 22.

IL PONT DU GARD

Il ponte venne costruito da Marco Vipsanio Agrippa verso il 19 a.C., all’epoca di  Augusto, e faceva parte di un acquedotto di quasi 50 chilometri di lunghezza che portava l'acqua dalle sorgenti di Uzès alla città romana di Nemausus, l’attuale Nîmes. La portata raggiungeva i 20.000 metri cubi d'acqua al giorno. L'acquedotto ha una pendenza di 34 centimetri al chilometro e il dislivello tra la sorgente e l'arrivo è solo di 17 metri.  L'acqua corrente impiegava circa un giorno per fluire, sotto la spinta della gravità, dal suo punto di captazione a Uzès, fino all'invaso di ripartizione ancora visibile nella via Lampèze a Nîmes e chiamato Castellum.Il ponte fu costruito senza l'aiuto di cementi a calce; le pietre in calcare, di cui alcune pesano fino a sei tonnellate, erano legate da tiranti in ferro. Una complessa impalcatura fu costruita per sostenere il ponte durante la sua costruzione e la facciata del ponte porta ancora i segni dei sostegni dell'impalcatura.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 150 A 200 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu