Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Roma classica e Roma antica

Studenti in viaggio > Città d'arte italiane

1° giorno

Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Roma. Sosta ad Orvieto (o in altra località in zona da concordare) per il pranzo libero. Nel pomeriggio, arrivo a Roma e visita libera della “Roma Classica”. Attraversata Piazza della Repubblica con la fontana delle Naiadi, si inizia una piacevole passeggiata nel centro storico che ci porta ad ammirare la fontana di Trevi, la colonna di Marco Aurelio, il Pantheon. Si prosegue con Palazzo Madama sede del Senato della Repubblica, Piazza Navona e Piazza di Spagna. Al termine, trasferimento in hotel. Sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° giorno

Prima colazione in hotel. Inizio della visita (libera) della “Roma Antica”: partendo a piedi dalla splendida colonna Traiana, tesoro di architettura e scultura di Apollodoro di Damasco, si giunge alla Via dei Fori Imperiali, i Fori fatti erigere dai grandi imperatori a ricordo perenne della loro potenza. Il Foro di Traiano è il più grande e maestoso. Con i suoi mercati offriva al cittadino romano qualsiasi tipo di merce al tempo reperibile, veri antesignani dei moderni centri commerciali. A piedi si raggiunge poi il colle Capitolino, un tempo centro politico e religioso della città, oggi sede del Comune. La scalinata porta alla sommità del colle, sulla piazza del Campidoglio, magnifico risultato di un unico progetto di Michelangelo con al centro la copia del più famoso monumento equestre del mondo, la statua di Marco Aurelio. Di fronte al Campidoglio si trova una terrazza naturale affacciata sulla valle del Foro Romano e del colle Palatino. Percorrendo la valle del Foro rinasce davanti agli occhi la grande Roma con i suoi edifici più importanti; la Curia, sede del Senato, l'archivio di Stato, le basiliche, palazzi di giustizia, il tempio di Vesta, la casa delle Vestali, le sacerdotesse addette a mantenere il fuoco sacro e tutt'intorno templi e colonne ed archi di trionfo eretti per onorare gli dei e gli uomini della storia romana. Dal Foro si può vedere il luogo ala quale sono legati i favolosi inizi di Roma: il Palatino. Qui Romolo fondò la città nel 753 a.C. e a partire da Augusto vi si installarono gli imperatori. Dalla valle del Foro si ammirano la Domus Tiberiana, solo parzialmente esplorata, e i resti delle residenze imperiali. Lasciando il foro s’incontrano l'arco di Costantino, innalzato per commemorare la vittoria dell'imperatore su Massenzio nel IV sec. d.C., e il Colosseo, simbolo eterno della grandezza di Roma, stadio delle storiche lotte dei gladiatori. Pranzo libero. Nel pomeriggio, trasferimento in Piazza S. Pietro per effettuare la visita della Basilica. La suggestiva piazza, insieme al colonnato del Bernini, fanno da cornice alla chiesa più grande della Cristianità, dominata dalla grandiosa cupola di Michelangelo. La Basilica sorge sopra le fondamenta di una chiesa paleocristiana, che la tradizione vuole costruita sopra la tomba dell'Apostolo Pietro. Al termine, rientro in hotel per la cena e il pernottamento.

3° giorno
Dopo la prima colazione, si effettuerà una passeggiata lungo il Tevere: da Piazza Venezia, cuore pulsante di Roma, ci si avvia verso la vicina Piazza del Gesù, dove si potrà visitare la Chiesa del Gesù, prototipo di tutte le chiese gesuitiche nel mondo. Superata via Celsa si arriverà in Via delle Botteghe Oscure e da qui si attraverserà via Caetani, tristemente famosa per il ritrovamento, nel 1978, del cadavere dello statista Aldo Moro. Nella tappa successiva, Piazza Mattei, con la Fontana delle tartarughe, disegnata da Giacomo della Porta, grande fontaniere della Roma dei Papi; le tartarughe furono aggiunte da Gian Lorenzo Bernini. Attraversando le tipiche stradine del centro si arriverà all'antico Ghetto ebraico. Fu Paolo IV nel 1555 a chiudere il quartiere, considerando sconveniente per i cristiani vivere a stretto contatto con gli ebrei. Via della Reginella è l'unica parte del Ghetto rimasta intatta. Pregevole è la casa di Lorenzo Manili, che si affaccia sulla Piazza Giudia. La visita al Ghetto prosegue con il Portico di Ottavia, antico mercato del pesce. Di notevole interesse il Teatro Marcello, uno dei più grandi e meglio conservati teatri di Roma Antica. Si proseguirà quindi in uno dei luoghi più emozionanti di Roma, l'isola Tiberina attraversando il ponte dei giudei, ponte Fabricio, costruito nel 62 a.C. Dall'isola sono visibili i resti del ponte Emilio, il primo ponte di pietra eretto a Roma nel II sec. a.C. e che, a causa delle sue condizioni, è noto come Ponte Rotto. Lasciata l'isola si raggiunge lo storico quartiere di Trastevere, dove vi sono i resti della più antica sinagoga d'Europa. Pranzo libero. Nel primo pomeriggio, inizio del viaggio di ritorno con arrivo alla scuola previsto in serata.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 150 A 200 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu