Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Svizzera storia e natura

Studenti in viaggio > Alla riscoperta della natura

tra i Cantoni Vaud e Vallese

1° giorno  

Ritrovo del gruppo davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Montreux. Pranzo libero.  Sosta  per la visita guidata in italiano del famoso  Castello di Chillon, uno dei più affascinanti monumenti storici svizzeri. Eretto a guardia dell’antica strada del Gran San Bernardo, il castello, perfettamente restaurato, è visitabile in ogni sua parte: torri, camminamenti, sale arredate, sotterranei, cappella, ecc. La data di costruzione della struttura è  sconosciuta, ma ricostruzioni e ampliamenti nel 12° e 13° sec., fatti dai Conti di Savoia, hanno portato il Castello di Chillon alla estensione attuale. Il Castello fu conquistato dalle Armate Svizzere nel 1536; da allora fu usato come deposito di armi e munizioni. Il Castello di Chillon, è attualmente proprietà del Cantone di Vaud, che l’ha restaurato e riportato ai fasti medievali. Dopo la visita proseguimento per Evian-les-Bains, nota cittadina termale francese sul lago di Ginevra, e sistemazione al Centre International de Séjour. Cena e pernottamento.

2° giorno
Dopo la prima colazione, trasferimento a Montreux. La città è celebre per i suoi rapporti col mondo dello spettacolo. Ospita numerosi festival di rilievo, tra cui il Montreux Jazz Festival che si tiene in luglio dal 1967. I Deep Purple hanno reso Montreux celebre con la loro canzone Smoke on the Water. A Montreux era molto legato anche Freddie Mercury dei Queen, che decise di trascorrervi gli ultimi anni della sua vita. A lui la città ha dedicato una statua di bronzo, collocata nella Place du Marché. Ogni anno, ha luogo il Freddie Mercury Memorial Day. Dalla stazione di Montreux una cremagliera porta, dopo 45 minuti di tragitto, sino all'anfiteatro roccioso di Rochers-de-Naye, a 2.045 metri di altitudine, dal quale si gode una splendida vista sul lago Lemano, sulle Alpi vallesane e savoiarde e sul Jura. Qui si può visitare il giardino botanico "Rambertia" le cui mille specie vegetali di alta montagna non provengono solo dall'area alpina europea, ma anche da regioni montane di tutto il globo. Inoltre, unico nel suo genere, il “Paradiso delle marmotte” dove, soprattutto al mattino e nel tardo pomeriggio, si possono vedere questi simpatici animali in libertà e dove un centro didattico interattivo (con esposizioni, proiezione di film ecc.) consente di conoscere meglio le 14 specie di marmotte esistenti al mondo. Pranzo in quota. Rientro a Montreux e partenza per l’Italia. Arrivo davanti alla scuola in serata.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 100 A 150 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu