Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Umbria Medioevale, sacra e profana

Studenti in viaggio > Viaggi regionali

Perugia, Gubbio, Spello e Assisi

1° giorno
Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e trasferimento in pullman granturismo a Perugia. Sosta a Passignano per il pranzo. Arrivo a Perugia e visita della città. Perugia regala ai suoi visitatori un'atmosfera di altri tempi. Per ammirare i monumenti più celebri e simbolici ci si deve recare nel cuore storico della città: la piazza IV Novembre, splendida cornice su cui si affacciano la Cattedrale e il Palazzo dei Priori. Al centro della scena, la magnifica Fontana Maggiore, capolavoro scultoreo di Giovanni e Nicola Pisano che risale al 1278. Volgendo lo sguardo verso corso Vannucci possiamo ammirare il lato nord di Palazzo dei Priori con l'ampia scalinata a ventaglio. Attraverso il portale gotico, in cima alla scalinata, si accede alla preziosa Sala dei Notari. Di fronte al palazzo, sorge la Cattedrale, di cui possiamo vedere la facciata laterale con la caratteristica decorazione a marmi bianco e rosa. Il palazzo che sorge a sinistra è il Palazzo Vescovile, sede del Museo di Storia Naturale. In piazza Danti si trova l'ingresso principale della Cattedrale. Entriamo per visitarla e non dimentichiamo che nel chiostro ha sede il Museo Capitolare dove sono custoditi arredi liturgici provenienti dal Duomo. Usciti dalla chiesa dedicata a San Lorenzo, uno dei tre santi protettori della città insieme a Ercolano e Costanzo, notiamo in piazza Danti il Teatro Turreno, uno dei più antichi della città. Al termine, sistemazione in hotel nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° giorno
Prima colazione in hotel. Trasferimento a Spello.  La storia del borgo si scopre nel fascino degli antichi palazzi, delle belle chiese romaniche e delle superbe porte dell’epoca romana. Visita di Santa Maria Maggiore, del Palazzo del Comune, della Porta Consolare e dell’Arco Romano. Al termine, proseguimento in pullman per Assisi e inizio della visita della città. Situata quasi al centro della fertile pianura umbra, sulle verdi pendici del Monte Subasio, Assisi ha probabilmente origini umbre, ma solo dopo la conquista romana si ingrandì e si dotò di insigni monumenti.  Visita della Basilica di San Francesco, uno dei santuari più venerati della Cristianità. La Basilica è costituita da due edifici sovrastanti, quello superiore gotico, quello inferiore romanico, costruiti a partire dal 1128. Nella cripta c'è il semplice sarcofago che racchiude il corpo di San Francesco. Per onorare il Santo furono chiamati i massimi artisti della fine del XIII e del XIV secolo, come Cimabue, Giotto, i fratelli Lorenzetti, Simone Martini.  Si prosegue con la visita di Santa Maria Maggiore, che è l'antica cattedrale di Assisi. Fu costruita nelle forme attuali nel XII secolo ed è caratterizzata da semplici linee architettoniche. L'interno è di stile romanico, con alle pareti alcuni affreschi di scuola umbra. Pranzo libero. Nel pomeriggio, proseguimento della visita. Dell’ Anfiteatro Romano non restano che alcuni muri della cavea su cui furono costruite nel Medioevo le abitazioni che tuttora si vedono. Il tempio di Minerva fu costruito nel primo secolo. Le sei colonne scanalate sono sormontate da fini capitelli di stile corinzio. Il Foro Romano, che è l'antica piazza romana su cui prospettava il tempio di Minerva e si alzavano i principali monumenti, conserva l'originale pavimentazione. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

3° giorno
Prima colazione in hotel. Trasferimento a Gubbio e visita della città. L'itinerario inizia entrando nella città per Via Matteotti dalla statale di Perugia. Procedendo per via mausoleo si giunge al Mausoleo dei Quaranta Martiri, opera dell'architetto Pietro Fringuelli, eretto a ricordo dei quaranta patrioti eugubini trucidati dai nazisti il 22 Giugno 1944. Proseguendo per via Matteotti si giunge alla piazza dei Quaranta Martiri dalla quale si può osservare il suggestivo panorama dei principali monumenti cittadini. Sul lato sinistro della piazza si può ammirare la chiesa di S. Francesco. Dalla piazza, procedendo per via della Repubblica si giunge alla chiesa di S. Giovanni quindi per via Baldassini si arriva ad ammirare il fianco del palazzo comunale e gli arconi di sostegno alla piazza della Signoria opera del Gattapone. Da qui si nota l'imponente mole del Palazzo dei Consoli. Tornando indietro e prendendo per via Lucarelli si giunge attraverso una scalinata alla Piazza della Signoria. Per via dei consoli, a destra del palazzo omonimo, si raggiunge il Largo del Bargello, ornato da una fontana a vasca, dove si può ammirare l'elegante palazzo del Bargello del sec. XIII. Pranzo libero. Nel pomeriggio, inizio del viaggio di ritorno con arrivo a scuola in serata.

Le Tavole Eugubine

Una delle maggiori testimonianze scritte della civiltà umbra  sono le Tavole Eugubine, scoperte nel 1444 e attualmente custodite nel Museo Civico nel Palazzo dei Consoli a Gubbio. Le sette tavole in bronzo che le costituiscono, in parte redatte in alfabeto umbro (derivazione di quello etrusco) ed in parte scritte in latino (con influenze umbre), costituiscono un documento storico di eccezionale valore e un'importante chiave di lettura della civiltà, della lingua umbra e dell'assetto della città-stato di Gubbio tra il III ed il I secolo a.C., anche se i testi che le Tavole riportano sono molto più antichi rispetto all'epoca del loro trasferimento su bronzo.   Le tavole si riferiscono ai culti, all'ordinamento, alle cerimonie religiose della comunità iguvina e della confraternita dei fratelli Atiedii. Tra i culti è ricordato quello della Triade Grabovia, composta da Giove, Marte e Vofione.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 100 A 150 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu