Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Viverone e Aglié

Studenti in viaggio > Uscite didattiche

Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza in pullman granturismo per Agliè. Arrivo in paese e visita del castello e del parco. Il suo nucleo originario risale al XII secolo ma oggi solo pochi settori di muratura nell'area di nord ovest testimoniano l'esistenza di quella prima fortificazione. A metà del secolo XVI il Castello conservava ancora l'impianto di fortilizio, era circondato da un fossato e composto da una torre e da edifici civili e rustici organizzati intorno ad una corte e affiancati da giardini. La prima trasformazione si realizzò nel 1646 e nel 1763 il Castello venne acquistato dai Savoia e reso oggetto di un vasto programma di rinnovamento. Durante la dominazione napoleonica il Castello fu trasformato in ricovero di Mendicità, mentre il parco venne lottizzato e venduto a privati. Dal 1823 rientrò per eredità nei possedimenti reali e due anni più tardi ebbe inizio un ultimo intervento di aggiornamento degli appartamenti ad opera del Re Carlo Felice. Venduto allo Stato italiano nel 1939 il Castello venne destinato a museo lasciandone immutate strutture e arredi. Pranzo libero.

Nel pomeriggio, trasferimento a Viverone e giro in barca sul lago. Il Lago di Viverone, ai piedi delle Alpi, è uno specchio d’acqua sorgiva dove flora e fauna regnano incontaminate. E’ di natura glaciale morenica e rappresenta la perfetta simbiosi tra un ambiente naturale, caratterizzato da un’area di elevato interesse geologico e ornitologico e il divertimento grazie ai percorsi ideati per mountain bike, horse riding, pesca, sci nautico e canottaggio. Sei chilometri quadrati di superficie oggi accolgono un’oasi di protezione faunistica con migliaia gli uccelli acquatici che nidificano sulle sue sponde e che vi vengono a svernare. Inoltre, la fauna ittica attira numerosi pescatori per la presenza nelle acque del lago del coregone. Diviso tra la Provincia di Torino e la Provincia di Biella, il Lago di Viverone è sede di un importante sito archeologico di reperti preistorici dell’Età del Bronzo, grazie al quale è divenuto patrimonio dell’Unesco. Al termine della passeggiata rientro a scuola.


QUOTA INDIVIDUALE: FINO A 50 EURO

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu