Aglaia Viaggi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Volterra e la lingua etrusca

Studenti in viaggio > Città d'arte italiane

1° giorno

Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza per Volterra con pullman granturismo. Pranzo libero. Arrivo e visita della città che affonda le sue radici in tremila anni di storia. Del periodo etrusco rimangono la cinta muraria, l'imponente Porta all'Arco e la necropoli dei Marmini. Il Teatro di Vallebona, di età augustea, è testimone dell'importanza che Volterra ebbe in età romana. Ma è dal Medioevo che deriva la struttura della città che si ritrova sia nella cinta muraria, quella più interna, sia nel tracciato urbano, con le sue strette viuzze, i suoi palazzi, le case-torri e le chiese. La visita ripercorre i luoghi più significativi: Piazza dei Priori, Duomo, Battistero, Quadrivio dei Buomparenti, il punto medioevale più caratteristico di Volterra. Trasferimento in hotel e sistemazione  nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

2° giorno
Prima colazione in hotel. Visita guidata del famoso Museo Etrusco Guarnacci, uno dei musei pubblici più antichi d'Europa che deve il suo nome al nobile abate Mario Guarnacci che nel 1761 donò il suo patrimonio archeologico alla città di Volterra. Al termine della visita, possibilità di accedere al "laboratorio di scrittura etrusca" che si concluderà con la realizzazione di un'epigrafe in lingua etrusca. Pranzo libero. Inizio del viaggio di ritorno con arrivo a scuola in serata.

Volterra e la tradizione dell'alabastro

Volterra è conosciuta anche per la lavorazione artigianale dell'alabastro, una candida pietra che per la sua particolare morbidezza si presta ad essere più facilmente lavorata del marmo. L'origine del nome è egizia ed è legata probabilmente alla città di Alabastron, celebre nell'antichità per la fabbricazione di vasetti e anfore destinate a conservare i profumi. A Volterra ha sede l'Ecomuseo dell'alabastro in collaborazione con il quale si possono frequentare dei laboratori, della durata di tre ore, che consentiranno agli studenti di conoscere le tecniche di lavorazione dell'alabastro e persino di realizzare dei piccoli ma splendidi manufatti.


QUOTA INDIVIDUALE: DA 50 A 100 EURO




Torna ai contenuti | Torna al menu